02.45381170

Municipio di Gorla Minore, Edificio vincolato dalla Soprintendenza

Villa Durini

Servizio

Riqualificazione energetica e restauro conservativo DI PORZIONE delle coperture

COMMITTENZA:

Comune di Gorla Minore (VA)

IL SITO:
Villa Durini è stata costruita alla fine del 1500 dai Magni, una famiglia borghese di Milano, in seguito è stata acquisita dai Terzaghi, signori di Gorla Minore e nel 1600 è passata ai Durini. Nel 1956 è stata acquistata dal Consiglio Comunale, restaurata parzialmente ed oggi è la sede del Comune di Gorla Minore.

OBBIETTIVI:

Il Comune di Gorla Minore (VA) ci ha affidato l’incarico di condurre uno Studio di Fattibilità Tecnica Economica al fine di approfondire la possibilità di dare seguito ad un intervento di efficientamento energetico degli spazi della Villa, sede attuale del Palazzo Municipale, e del restauro conservativo delle coperture.

servizi

  • Inquadramento storico
  • Sopralluoghi e Rilievi dello stato di fatto
  • Modellazione In Archicad 
  • Diagnosi Energetica tramite Termolog
  • Progetto esecutivo per la Diagnostica strutturale 
  • Pratiche verso la Soprintendenza
  • Studio di Fattibilità
  • Modello federato Bim di progetto
  • Analisi delle possibilità di incentivazione (Conto Termico 2.0)
ANALISI STATO DI FATTO

Diagnosi energetica// 

Problemi evidenziati:

  • L’involucro dell’edificio in oggetto risulta realizzato in muratura non coibentata. Ma considerata la geometria e la tutela delle facciate storiche dell’edificio non è ipotizzabile la realizzazione di un cappotto esterno.
  • I serramenti caratterizzanti l’edificio in oggetto presentano parzialmente pessimi prestazionali energetici in quanto dotati di vetro singolo spesso caratterizzati da sensibili infiltrazioni d’aria.
  • I solai disperdenti della struttura in oggetto sono rappresentati dal primo solaio disperdente in modo puntuale verso un piano seminterrato non riscaldato, il solaio controterra ed il solaio disperdente verso il sottotetto non riscaldato.
  • Dal punto di vista degli impianti cosiddetti meccanici o idraulici, l’edificio è oggi dotato del solo servizio di riscaldamento, fornito da caldaie alimentate a gas metano. 
PROGETTO

impianti

L’intervento prevede la trasformazione dell’attuale sistema impiantistico a gas metano in un moderno impianto geotermico ad acqua di falda capace di restituire confort con un notevole risparmio energetico.

involucro

Si posizionerà una nuova coibentazione all’estradosso dell’impalcato a copertura del piano primo nell’Ala Sud

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin