Energy Management per la PA

La figura dell’energy manager, intesa come tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia, è stata promossa in Italia con la Legge 10/91 al fine di stimolare il controllo dei consumi e la diffusione di buone pratiche di risparmio energetico presso i soggetti pubblici e privati caratterizzati da consumi rilevanti.

La soglia oltre la quale diventa obbligatoria la nomina per le Pubbliche Amministrazioni è pari a 1.000 tep/anno, che corrispondono, in termini energetici, a circa 1,2 milioni di metri cubi di gas naturale o a circa 5,3 GWhe in usi finali.

Nel caso della Pubblica Amministrazione ai benefici associati ad un uso corretto dell’energia, si somma l’azione di esempio verso la cittadinanza stessa.

La nomina va effettuata entro il 30 aprile di ogni anno e i consumi di riferimento per il calcolo delle soglie sono quelli dell’anno antecedente l’anno della nomina stessa.

Va inoltre ricordato come diversi provvedimenti  a  livello  comunitario  e  nazionale hanno  negli  ultimi anni concentrato l’attenzione sull’efficienza energetica in edilizia, con particolare enfasi per   gli   aspetti connessi alla Pubblica Amministrazione. Uno  di questi,  la  Direttiva  2010/31/UE  (anche  detta EPBD,Energy  Performance  of Buildings Directive), ha previsto che gli Stati membri provvedano affinché dal 1 gennaio 2021 tutti gli edifici di  nuova  costruzione  siano  edifici  a  energia quasi  zero e a partire  dal 1  gennaio  2019 gli  edifici  di  nuova costruzione  occupati  da  enti  pubblici  e  di  proprietàdi questi  ultimi  siano  edifici  a  energia  quasi  zero, altrimenti  detti nZEB. Nello  svolgere  il  proprio  compito  istituzionale,  la  P.A.  si  vede assegnati  due  ruoli distinti:  il  primo è la  responsabilità della  gestione  immobiliare  e  di  una  serie  di  servizi  tra  i quali  gli  uffici pubblici (municipio, scuole inferiori e medie, piscine, strutture sanitarie, uffici etc.), l’illuminazione pubblica e  semaforica  e  le  infrastrutture  di  servizio  (enti  locali)  e  i  trasporti. 

Il secondo ruolo riguarda la regolazione dei consumi dei cittadini. La maggior parte dei consumi di energia nei   paesi   industrializzati avviene   in   città   ed   è   strettamente   correlato oltre che ai trasporti e alla climatizzazione, anche alle caratteristiche strutturali degli edifici.

Inutile dire e ricordare come questa tendenza prima che essere applicata a nuove costruzioni forse debba passare da ciò che può essere riqualificato se non riadeguato funzionalmente in modo da garantire non solo il concetto di efficienza ma anche di sostenibilità ambientale.

Sacee negli anni ha viluppato una serie di servizi che possano poi essere personalizzati in base alle necessità effettive dei Comuni creando un’offerta personalizzata in affidamento diretto.

1
Analisi dei consumi energetici

Si tratta di analizzare tutto il processo di gestione e OTTIMIZZAZIONE delle bollette energetiche:

  1. Analiziamo tutti i consumi energetici comunali (Energia elettrica,Gas, Fatture dei contratti di Gestione Calore, etc…).
  2. Verifichiamo che le bollette corrispondano effettivamente alle condizioni contrattuali sottoscritte (controllo fatture).
  3. Verifichiamo che le condizioni contrattuali sottoscritte siano conformi agli obblighi di legge per le PA.
  4. Riconduciamo con esattezza i consumi agli edifici e/o capitoli di spesa comunali.
  5. Formuliamo dati di previsione (budget) dei consumi degli edifici e/o capitoli di spesa comunali.

ANALISI DELL’EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

Dopo un attento confronto con il comune si sceglierà un target di immobili reputati:

  • meno efficienti, (altro..);
  • target interessanti sotto il punto di vista dei finanziamenti stanziati nel periodo interessato al servizio tramite bandi o fondi.

Di questi edifici procederemo con:

  1. L’identificazione e analisi di tutti i vettori energetici dell’edificio e della situazione degli impianti.
  2. Sopralluoghi e censimento energetico.
  3. La segnalazione di dati discordanti o parzialemnte mancanti.
  4. La raccolta delle informazioni tecniche
  5. Riepilogheremo i consumi energetici annuali degli edifici

Ultimata la fase di raccolta dei dati per ogni edificio viene effettuata una diagnosi energetica light per individuare e gli edifici meno efficienti attraverso gli indici di prestazione energetica di ciascuno di essi.

IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

Verifichiamo lo stato degli impianti attraverso la:

  • il censimento degli impianti a fonti rinnovabili di proprietà del comune;
  • la verifica del regolare funzionamento di tali impianti;
  • la verifica del regolare ottenimento di eventuali incentivi;
  • analisi delle performance.

In caso di SOTTO-PERFORMANCE:

  • Organizzazione di una campagna di misurazione per individuare le cause della scarsa produzione.
  • Individzione dei tempi-modi-costi della manutenzione straordinaria necessaria.
  • Verifica della correttezza e dell’efficacia delle attività di pulizia, manutenzione ordinaria e monitoraggio delle performance dell’impianto.
2
Azioni di miglioramento

LA DIAGNOSI ENERGETICA DEL TARGET SCELTO

Sugli edifici identificati per sviluppare il piano di efficientamento Sacee svolgerà attività di Diagnosi Energetica  consistente in:

  • Preparazione del modello termofisico attraverso software  di calcolo dedicati.
  • Validazione del modello termofisico, attraverso il confronto tra i consumi operativi e quelli effettivi, ricavati a partire dalle bollette.
  • Individuazione delle azioni di incremento dell’efficienza energetica.
  • Simulazione dei singoli interventi. Per ciascuno dei quali si predisporrà:
  1. calcolo dei consumi nelle condizioni climatiche normalizzate (se previsto);
  2. stima dei risparmi energetici conseguibili;
  3. analisi costi benefici.
  4. simulazione  del  sistema  edificio  impianto,  che  consenta  di  valutare l’effetto dell’interferenza tra gli interventi proposti (se necessario)
  • Identificazione di una scala di  priorità degli interventi. Per ciascun intervento verranno individuati i suoi costi ed i risparmi indotti, in modo da poterne calcolare PAYBACK (tempo di ritorno dell’investimento) e VAN (Valore attualizzato netto dell’investimento).
  • Redazione di report conclusivo della Diagnosi Energetica, come indicato nella norma EN 16247-1, timbrato e firmato da EGE certificato.

LA PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI:

  • Sacee essendo anche società di ingegneria, dotata di dipartimenti multidisciplinari, può garantire un servizio di progettazione degli interventi di riqualificazione in modalità BIM (Building Energy Modeling).

SUPPORTO ALLA REDAZIONE DEI BANDI:

  • Sacee supporta la PA nella scrittura dei capitolati per le gare d’appalto (inclusa la predisposizione del sistema di monitoraggio dei risultati dell’azione).
  • Analisi delle offerte pervenute.
  • Supporto alla PA durante la implementazione dell’azione.
3
Incentivi Bandi e contratti EPC

SUPPORTO PER L’ACCESSO AD INCENTIVI IN CASO DI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DI IMMOBILI O
IMPIANTI DA PARTE DELL’ENTE.

  • Individuazione e segnalazione dei requisiti tecnici minimi per l’accesso all’incentivo;
  • stima dell’incentivo percepibile;
    gestione della documentazione da allegare alla eventuale richiesta di incentivazione e la documentazione da conservare per consentire eventuali verifiche da parte degli
  • Enti di competenza;
    Supporto all’amministrazione per le corrette modalità di pagamento in relazione agli interventi (il non rispetto delle regole di emissione bonifici per il pagamento determina la non accettazione della richiesta di incentivazione);
  • Invio della Richiesta di
  • Incentivazione e monitoraggio della stessa fino all’ottenimento del contributo statale.

Visualizza i nostri servizi per ciascun incentivo.

I CONTRATTI EPC (ENERGY PERFORMANCE CONTRACT):

Nei casi in cui si configura la possibilità di intervenire come E.S.Co., proponiamo Contratti di Rendimento Energetico o Energy Performance Contracts (EPC), grazie ai quali i nostri Clienti possono migliorare le prestazioni energetiche di un edificio o di un impianto con garanzia di risultato.

In altri termini l’EPC affida alla ESCo l’onere degli investimenti (lavori, servizi, forniture) necessari per la riqualificazione deli edifici/impianti, che saranno recuperati dal livello di risparmio energetico stabilito contrattualmente, con il vantaggio per il cliente (denominato beneficiario) di non avere alcuna spesa di investimento iniziale e di ripagare la riqualificazione alla ESCo con tutti i risparmi contrattualmente negoziati o con una parte di essi.

Se richiesto, Sacee può anche trovare dei canali di finanziamento per l’intervento. In questo caso, la remunerazione della spesa avverrà tramite un «costo del servizio» coincidente con una percentuale del risparmio energetico misurato.

IDENTIFICAZIONE DEI BANDI (CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO) utilizzabili per finanziare le azioni di miglioramento.

Sacee supporta la PA nella:

  • Individuazione dei bandi.
  • Analisi dei benefici ottenibili e dei costi per la partecipazione al bando (in modo che la PA possa decidere se partecipare o meno).
  • Preparazione e Gestione delle domande di finanziamento (fino all’ottenimento dei contributi).
4
Monitoraggio

MONITORAGGIO DEI RISULTATI E CERTIFICAZIONE DEI RISPARMI:

È una fase spesso sottovalutata, ma fondamentale, perché permette di verificare se i risparmi attesi vengono poi realizzati.

La misurazione si effettua tramite il sistema di monitoraggio predisposto in gara d’appalto (vedi punto precedente).

In caso di risparmi inferiori alle attese:

  • Si individuano le azioni correttive.
  • Si implementano le azioni correttive.
  • Si ri-misurano i risultati.

Referenze

Cologno Monzese

Cologno Monzese (MI)

Cusano Milanino

Cusano Milanino (Mi)

Il caso lodi

Rappresenti un Comune che ha deciso di intraprendere un percorso volto all’efficienza energetica e alla sostenibilità. Richiedici informazioni sui nostri servizi.

contattaci

Pin It on Pinterest